Nei tre mesi di emergenza coronavirus 1.800 piemontesi morti per il fumo

0
138

TORINO- Nei tre mesi in cui 3.812 persone morivano per il Covid-19 (25 febbraio – 26 maggio), quasi 1.800 piemontesi morivano per varie patologie conseguenti al fumo di tabacco, senza fare notizia. Non è questione di classifiche. Piuttosto la constatazione di come, da alcuni mesi a questa parte, l’attenzione dell’opinione pubblica è stata catalizzata dalla pandemia, che ha oscurato tutto il resto.

L’articolo completo su www.lastampa.it