Moria del kiwi, Crea: “Alte temperature e gestione territorio possibili cause”

0
90

Sono 8.000 ettari di coltivazioni colpite dalla cosiddetta moria del kiwi, una “sindrome” che ha determinato una riduzione dei raccolti del 12,6% nel 2018 e una contrazione costante delle superfici dedicate (Veneto e Piemonte sono state le regioni maggiormente colpite, rispettivamente con il 70% di kiwi sradicati e -28% di superficie coltivata) con una perdita stimata di circa 750 milioni di produzione lorda vendibile.

L’articolo completo su ilsalvagente.it