Mappare gli spostamenti delle persone in città per gestire la nuova fase dell’emergenza

0
93

Si va verso una stretta ulteriore alla circolazione delle persone, ma se la percezione del traffico veicolare può essere monitorato in modo abbastanza capillare, quanto sappiamo su come le persone si muovono a piedi, o in bicicletta? Nei mercati, nelle vie dello shopping, continuano ad affollarsi flussi consistenti di persone, ma è possibile capire come si comportano, per poter prevedere anche cosa succederebbe se alcune attività, come ad esempio quelle di ristorazione, venissero sospese?

Un contributo alla migliore visualizzazione di questi fenomeni arriva dai gruppi di ricerca del Dipartimento interateneo di Scienze, progetto e politiche del territorio (DIST) del Politecnico e di Ithaca, centro di ricerca partecipato dal Politecnico stesso e dalla Compagnia di San Paolo, hanno completato la fase di realizzazione di un database cartografico in grado di stimare con un’ottima accuratezza i flussi di mobilità (veicolari, ciclabili e pedonali) nella Città di Torino.

L’articolo completo su poliflash.polito.it