Una possibile origine profonda del long covid

0
11

L’interazione tra la proteina spike del coronavirus SARS-CoV-2 e le cellule delle vie aeree umane, può innescare cambiamenti duraturi dell’espressione genica che potrebbero spiegare perché alcuni pazienti affetti da long covid continuino ad accusare difficoltà respiratorie anche per mesi dopo la guarigione. È quanto emerge da alcuni studi condotti su colture di cellule umane e presentati nel corso del meeting virtuale Experimental Biology (EB) 2021.

L’articolo completo su www.focus.it